Air Max nella storia

Ci troviamo oggi a parlare della tecnologia più famosa nella storia del mondo Sneaker: la Air Technology.
Nike ha introdotto la tecnologia Air Cushioning nel 1979. Incorporando la Air Cushioning nelle intersuole delle sue scarpe da corsa, Nike ha cambiato per sempre il modo in cui gli atleti si approcciano e reagiscono alle prestazioni atletiche. Otto anni dopo, mentre Nike continuava a lavorare per sviluppare nuove idee e tecnologie sul design delle calzature, la componente Nike Air si ingrandiva migliorando così ammortizzazione e comfort rendendola visibile per la prima volta nella scarpa Air Max: da questo momento gli atleti potevano sentire i benefici di Nike Air.

Molti prodotti Nike Air sono stati sviluppati da allora e molti di loro sono cresciuti fino a diventare icone dentro e fuori pista.

air-max-1-og-300x157 Air Max nella storia

Nome Originale: Air Max 1 – Air Max 87
Prima Release: 1987

Nike Air Max 1 è stata sviluppata da Mark Parker e progettata da Tinker Hatfield, questa è la scarpa che ha avuto il coraggio di essere diversa. In contrasto con il rosso acceso e il bianco pulito, la scarpa ha presentato il primo cuscinetto visibile (Air) e ha vantato una nuova fessura per l’intersuola, toppone rinforzato e occhielli per lacci assemblati separatamente dalla tomaia, rendendo Air Max 1 un calderone spumeggiante dell’innovazione Nike. Air Max 1 è anche conosciuta come Air Max ’87 dovuta al fatto che la stessa scarpa è stata lanciata nel 1987.

nike-air-max-2-300x137 Air Max nella storia

Nome Originale: Air Max Light – Air Max II
Prima Release: 1989

La Air Max Light si è vista per la prima volta nei negozi nel 1989 ed è stata anche conosciuta come Air Max II, in successione all’Air Max 1 del 1987. Si può persino vedere la somiglianza con Air Max 1, la parte superiore è dotata di cinghie termoplastiche, maglia superiore traspirante in nylon 420 denari e sistema di allacciatura a larghezza variabile. Dopo aver introdotto per la prima volta il cuscinetto d’aria visibile (Air Max) in Air Max 1, anche Air Max Light presenta la stessa tecnologia di ammortizzazione (Maximum-Volume Heel Air-Sole Unit). Una novità di Air Max Light è l’inserimento di un cuscinetto d’aria sull’avampiede. Infine, un’intersuola in poliuretano sul tallone incapsula il sistema Air e si incastra con un’unità Phylon nell’avampiede. Il risultato è straordinario: ammortizzazione e flessibilità eccellenti.

Air-Max-90-300x225 Air Max nella storia

Nome Originale: Nike Air Max 90 – Air Max III
Prima Release: 1990

Il Designer Tinker Hatfield ha miscelato e mescolato i colori e le forme dall’intersuola alla tomaia, producendo un look unico, veloce e aggressivo. L’intersuola è stata suddivisa in scomparti anteriori e posteriori per consentire un’ampia gamma di materiali. Questa scarpa presentava il primo sistema di inserto multi laccio, una delle sette parti stampate sulla tomaia. L’Air Max 90 era originariamente conosciuta come Air Max III, fino al 2000 quando fu ribattezzata Air Max 90 inconseguenza all’anno in cui fu lanciata sul mercato.
Air Max 90 è una delle “Sneaker Max” più conosciute e proposte in svariate tecnologie e colori nella storia delle Air Max.

classic-bw-300x300 Air Max nella storia

Nome Originale: Air Max Classic BW – Air Max IV
Prima Release: 1991

 

La Nike Air Classic BW è apparsa per la prima volta sulla scena delle scarpe da corsa nel 1991 con un’intersuola in PU anatomicamente ingegnerizzata, cuscinetto Air al massimo volume nel tallone, tomaia in pelle e maglia sintetica e suola in gomma al carbonio BRS 1000. L’Air Classic BW è stata recentemente adattata per l’abbigliamento casual e le sue linee pulite danno uno stile deciso e distintivo per la tua vita quotidiana.
Il suo nome BW (Big Window) deriva dal fatto che rispetto alle Sneaker che la precedevano, presentava un cuscinetto a vista (window) più grande di sempre.

nike-air-max-180-og-300x200 Air Max nella storia

Nome Originale: Nike Air Max 180
Prima Release: 1992

Un’altra creazione di Tinker Hatfield, la scarpa Air Max 180 presentava un rivoluzionario sistema di cuscinetto Air a 180 gradi. Per garantire che il cuscinetto d’aria fosse la principale dichiarazione riconoscibile, la scarpa è stata progettata in bianco semplice, con l’eccezione dello Swoosh posizionato per complementare e accreditare l’eccitante innovazione.

Air-Max-1993-300x173 Air Max nella storia

Nome Originale: Nike Air Max 1993
Prima Release: 1993

Concentrandosi sulla bellezza del design, Tinker Hatfield ha creato la scarpa Air Max 93 come celebrazione artistica della tecnologia Air. Il primo prodotto Air Max ad impiegare una tecnica di costruzione di sneakers da top line per migliorare il comfort e la vestibilità, mentre un nuovo sistema di cuscinetto Air ha fatto il suo debutto: l’unità di ammortizzazione soffiata era visibile attorno a tutto il tallone e sarebbe stata affettuosamente soprannominata “la bolla”. La prominente “bolla” rifletteva una linea di pensiero raffinata e provocatoria nella tecnologia Nike, rendendo Air re indiscusso dell’universo sneaker.

air-max-95-300x161 Air Max nella storia

Nome Originale: Air Max 95
Prima Release: 1995

Progettata dal leggendario designer Sergi Lozano. La scarpa è stata una svolta per Nike su tutti i fronti, dalla tecnica di costruzione funzionale a strati sulla tomaia all’intersuola nera. Il ’95 ha anche presentato il debutto inaugurale del cuscinetto Air nelle parti anteriori e posteriori della suola in un brillante verde neon reso sempre più attraente in contrasto con l’inusuale intersuola nera. L’aria scompartimentalizzata con diverse unità PSI nel tallone ha reso la scarpa eccezionale nella corsa, mentre i designer super sicuri di Nike Air Max hanno posizionato un silenzioso Swoosh vicino alla caviglia, lasciando che la bellezza della scarpa parlasse da sola.

silver-300x300 Air Max nella storia

Nome originale: Air Max 97
Prima Release: 1997

L’Air Max 97 è stata progettata da Christian Tresser e ha rappresentato l’ennesimo momento rivoluzionario nella tecnologia Air con il cuscinetto che percorre tutta la lunghezza della scarpa. Sebbene abbia ancora incorporato uno strato di schiuma di poliuretano, ha offerto ai corridori un’imbottitura specifica per lo sport per fornire un’ammortizzazione più duratura lungo tutto il piede. Per questa scarpa è stata utilizzata per la prima volta una suola con aria sviluppata specificamente per la corsa collegando la nascita di Nike come azienda alla frontiera delle calzature ad alte prestazioni per i corridori.

nike-air-max-2003-300x225 Air Max nella storia

Nome Originale: Air Max 2003
Prima Release: 2003

Otto anni dopo aver inventato quello che una scarpa da corsa poteva fare (Air Max 95), lo stilista Sergio Lozano si è ripetuto. Ha mantenuto tutte le migliori caratteristiche del lignaggio di Air Max e ha incorporato un approccio monocromatico privo di caratteristiche estranee. Il cuscinetto Air era più basso rispetto ai precedenti, consentendo un maggiore grado di flessibilità rispetto a quanto ritenuto possibile in passato ed è stata incorporata ancora una volta una suola in aria che percorreva tutta la lunghezza della scarpa, elevando per sempre il modo in cui camminiamo.

AIR-MAX-360-OG-1-1-300x178 Air Max nella storia

Nome Originale: Air Max 360
Prima Release: 2006

L’impegno di Nike a portare l’innovazione alle nuove frontiere continua con Air Max 360: una scarpa che offre agli atleti la corsa più morbida e duratura mai creata, grazie al cuscinetto Air visibile da ogni angolazione. La scarpa Air Max 360 consente una maggiore attenzione per offrire il massimo comfort e prestazioni eccellenti. Questa scarpa non ha schiuma, né intersuola – solo Nike Air.

Air-Max-2015-300x145 Air Max nella storia

Nome Originale: Air Max 2015
Prima Release: 2015

 

L’Air Max 2015 parla tanto della reinvenzione quanto della rivoluzione. La scarpa da running ad alte prestazioni è caratterizzata da una tomaia che combina il movimento dinamico dell’ammortizzazione Air  Max  flessibile e ultraconfortevole che ha debuttato nel 2013. La prima Air Max con tomaia in maglia traspirante, leggera, completamente progettata quasi senza cuciture funziona in tandem con la Nike Flywire – tecnologia per avvolgere il piede. La scarpa offre una camminata morbida e ammortizzata che utilizza costruzione tubolare e scanalature flessibili per gli ultimi standard di Air Max. Persino lo Swoosh al contrario nella parte interna sovverte la familiarità e firma una nuova generazione di espressioni.

Enjoy Your Sneaker. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *